Arbitro Bancario Finanziario

Banca d'Italia istituisce l'Arbitro Bancario Finanziario

    L'ABF (Arbitro Bancario Finanziario) è un sistema di risoluzione delle controversie tra i clienti e le banche e gli altri intermediari che riguardano operazioni e servizi bancari e finanziari. Il cliente potrà rivolgersi all’Arbitro solo dopo aver tentato una risoluzione del problema direttamente con la banca o l'intermediario, presentando ad essi un reclamo scritto.
    L’Arbitro Bancario Finanziario è un sistema di risoluzione delle controversie di natura non conciliativa, nel senso che non mira al raggiungimento di un accordo ma alla definizione di una decisione che, comunque, non si sostituisce a quella di un’eventuale autorità giudiziaria.
    L'ABF è un organismo indipendente e imparziale che decide in pochi mesi chi ha ragione e chi ha torto. Tutte le banche aderiscono obbligatoriamente a questo nuovo sistema.
    Presupposti per rivolgersi all’ABF Il cliente può rivolgersi all'Arbitro solo dopo aver tentato una risoluzione del problema direttamente con la banca o l'intermediario, presentando ad essi un reclamo scritto.
    Se la risposta al reclamo non é soddisfacente o non viene evasa dalla banca nel termine di 30 giorni dalla ricezione, il cliente può effettuare ricorso all'ABF, nel termine di 12 mesi dalla presentazione del reclamo alla banca.
    Se non rimane soddisfatto neanche delle decisioni dell'Arbitro, può comunque rivolgersi al giudice.

Per maggiori dettagli consulta la guida pratica o i seguenti siti:

             www.bancaditalia.it/servizialpubblico    ---     www.arbitrobancariofinanziario.it

 

Guida pratica all' Arbitro Bancario Finanziario